La squadra di Boscaglia sconfitta in casa dalla Ternana 2-1, doppietta di Palombi e gol di Calderoni

Franco Brunetti

La Ternana con una gara volitiva espugna il Piola di Novara frenando la corsa degli uomini di Boscaglia verso la zona play off, che interrompono così la striscia positiva di dieci risultati utili consecutivi. Tre punti fondamentali invece per la squadra di Liverani per allontanarsi dalle sabbie mobili della bassa classifica. Partita altsubito viva fin dalle prime battute di gioco, Da Costa blocca i tentativi di Maccariello, Ledesma, Falletti e Palombi, mentre Aresti blocca in tuffo la conclusione di Casarini. Al 24’ una punizione calciata da Galabinov termina di poco a lato ed un tentativo di Sansone al 37’ sorvola la traversa. Il primo tempo termina così sullo 0-0 con le due squadre incapaci di superarsi. Nella ripresa all’8’ il gol della Ternana, un tiro di Petriccione è respinto da Da Costa ma sulla palla si avventa Palombi che insacca in rete. Galabinov è tra i più attivi tra le fila del Novara, al 17’ spara alto sulla traversa, al 25’ si vede deviare da Aresti in angolo un tiro di punizione, ma al 33’ riesce a pennellare un perfetto cross per Calderoni che in diagonale batte Aresti. Il Novara insiste cercando il gol vittoria, ma al 35’ Sansone si vede bloccare il tiro da Aresti e al 36’ la conclusione di Calderoni è respinta dal portiere della Ternana. Gli uomini di Liveroni sono abili al 38’ a sfruttare una ripartenza  e Palombi batte Da Costa in uscita per il 2-1. L’ultimo tentativo è di Galabinov al 43’ in pieno recupero, ma Aresti è insuperabile
NOVARA - TERNANA 1-2
NOVARA (3 -4 -1-2): Da Costa; Troest, Mantovani (27’ st Dickman), Chiosa; Kupisz (27’ st Macheda), Cinelli, Casarini, Calderoni; Orlandi (12’ st Adorjan); Sansone, Galabinov. A disp. Montipò, Scognamiglio, Kock, Bolzoni, Di Mariano, Lukanovic. All.: Boscaglia.
TERNANA (4-3-1-2): Aresti; Zanon, Diakitè, Meccariello, Germoni; Coppola (43’ st Valjent), Ledesma, Petriccione; Falletti (30’ st Contini); Avenatti, Palombi. A disp.:Di Gennaro, , Rossi, Defendi, Palumbo, Monachello, Pettinari, La Gumina. All.: Liverani .
ARBITRO : Baroni di Firenze
MARCATORI: 8’ st Palombi, 33’ st Calderoli, 38’ st Palombi
AMMONITI: Chiosa, Diakitè, Sansone, Aresti
1 aprile 2017

 

 

Finisce 0-0 al S. Nicola: i pugliesi colpiscono due legni e vanno vicini al gol in diverse occasioni, ma la difesa del Novara concede pochi spazi e regge fino alla fine

Franco Brunetti

Il Novara tiene botta al Bari e chiude l’insidiosa trasferta in terra pugliese con 0-0 che sa di miracoloso. Il Novara scende in campo con un solido 3-5-2, con la coppia Macheda-Sansone a impensierire la porta di Micai, mentre i padroni di casa scendono in campo con il 4-3-1-2, con Brienza a supporto del duo offensivo altGalano-Floro Flores. Il Bari inizia subito il tiro a  segno verso la porta di Da Costa, passano solo 2’ e Floro Flores sbaglia un rigore in movimento a tu per tu con Da Costa: sono le avvisaglie di un primo tempo giocato ad una porta sola. I legni fermano le bordate di Brienza e Fedele, Floro Flores in rovesciata manda a lato, poi al 29’ il Bari reclama un rigore, per un contatto tra Mantovani e Floro Flores ma l’arbitro Pasqua lascia correre. Dopo una mezz’ora a tutto gas il Bari rallenta, ma al 41’ costruisce un’altra chiara occasione gol Brienza con un assist geniale libera Floro Flores che aggira Da Costa che poi non rischia la conclusione da posizione defilata ma serve ancora Brienza, il controllo del fantasista barese non è perfetto ed il tiro finisce alto. Il primo tempo si chiude così sullo 0-0, con il Novara non pervenuto dalle parti di Micai. Nella ripresa il Novara prova ad agire in contropiede, Boscaglia cerca di dare più peso all’attacco inserendo Galabinov al posto di Macheda, ma la partita non cambia ed è saldamente nelle mani dei galletti. Al 12’ Floro Flores, tra i più attivi tra i suoi, sfiora il palo con un fendente mancino; l’attaccante si ripete al 17’ con un bel destro al volo. Ci prova anciora Fedele al 43’ dalla distanza e nei minuti di recupero il Novara sfiora il colpaccio con un tiro al 48’ di Casarini che sfiora l’incrocio dei pali.
BARI – NOVARA 0-0
BARI: Micai, Sabelli, Tonucci, Capradossi, Daprelà, Romizi, Fedele, Salzano (20' st Maniero), Brienza, Galano (44' st Parigini), Floro Flores. A disp. Gori, Moras, Cassani, Viola, Turi, Martinho, Furlan. All.: Colantuono.
NOVARA: Da Costa, Troest, Lancini, Mantovani, Kupisz, Cinelli, Casarini, Chiosa (1' st Dickmann), Orlandi, Sansone (31' st Adorjan), Macheda (10' st Galabinov). A disp.: Montipò, Scognamiglio, Adorjan, Lukanovic, Koch. All.: Boscaglia.
ARBITRO: Pasqua di Tivoli
AMMONITI: Lancini, Tonucci, Fedele, Cinelli, Sabelli, Daprelà, Casarini
26 marzo 2017

 

Finisce 1-1 alla rete di Macheda nel primo tempo, replica nella ripresa Ardemagni su rigore

Carmine Pizzuto

Partenza decisa del Novara sul campo dell’Avellino, i piemontesi impegnano i “Lupi” fin dai primi minuti di gara: al secondo minuto grande azione sulla fascia di Calderoni per Macheda che si libera e calcia in porta, il pallone viene messo in corner dal portiere Radunovic. All’8’ ancora una grande risposta del portiere irpino altsu spizzata di testa di Kupisz su cross di Calderoni. La pressione del Novara si concretizza al 10’, gran botta di Casarini dalla distanza, il pallone è deviato da Macheda alle spalle di Radunovic. E’ un buon momento per la squadra di Boscaglia che continua a mantenere il possesso del gioco e Radunovic al 25’ salva ancora i suoi su una bella girata in area dell’ex di turno Chiosa. L’Avellino entra in partita e al 27’ Verde impegna Da Costa che si salva in angolo e al 44’ Troest anticipa di un soffio Ardemagni che era scattato sul filo del fuorigioco ben servito da Verde. La ripresa inizia con l’Avellino alla ricerca del pareggio, ci prova Verde al 9’ ma  si allunga la palla e consente il recupero di Da Costa. Al 32’ dopo un gol annullato ad Ardemagni al 26’, dopo una serie di batti e ribatti in area di rigore per fuorigioco Djimsiti, l’Avellino raggiunge il pareggio con un calcio di rigore procurato e trasformato dallo stesso Ardemagni. Il Novara potrebbe portarsi nuovamente in vantaggio al 43’, ma Sansone tutto solo scivola in area graziando la retroguardia biancoverde.
AVELLINO  - NOVARA 1-1
AVELLINO (4-2-3-1): Radunovic; Gonzalez, Jidayi (38' st Migliorini), Djimsiti, Solerio (22' Bidaoui); D'Angelo, Omeonga; Verde (10' st Belloni), Castaldo, Laverone; Ardemagni. A disp.: Lezzerini, Perrotta, Eusepi, Camarà. All.: Novellino.
NOVARA (3-4-1-2): Da Costa; Troest, Lancini, Chiosa; Kupisz, Cinelli, Casarini, Calderoni; Orlandi; Galabinov (38' st Lukanovic), Macheda (20' st Sansone). A disp.: Montipò, Scognamiglio, Di Mariano, Adorjan, Chajia, Selasi, Koch, Lukanovic. All.: Boscaglia.
ARBITRO: Ros di Pordenone
MARCATORI: 10' pt Macheda, 32' st Ardemagni (rig.)
AMMONITI: Chiosa, Galabinov, Calderoni, Troest, Lancini
18 marzo 2017

 

Poche le emozioni tra Novara e Pro Vercelli. Nel primo tempo Aramu fallisce un rigore e nel secondo tempo Palazzi si fa cacciare rimediando la seconda ammonizione

Anselmo Mazzateo

I punti in un derby hanno sempre un peso speciale ed anche il “Derby delle Risaie” non si sottrae a questa norma, né il Novara reduce da una buona striscia positiva di risultati e vicino alla zona play out, né la Pro Vercelli al contrario invischiata nella lotta per non retrocede, vogliono perdere questa gara. Il Novara poi  altdeve far dimenticare ai suoi tifosi il derby d’andata quando al Piola di Vercelli la squadra di Boscaglia fu battuta dalla squadra di Longo per 2-1, in rimonta, grazie ai gol di La Mantia e al 47’ del secondo tempo di Emmanuello. Le squadre iniziano molto guardinghe, ci prova al 6’ Sansone, risponde un minuto dopo Mammarella. Gli oltre mille tifosi della Pro sospingono a gran voce la loro squadra alla ricerca dell’intera posta e dopo un rinvio sbagliato di Da Costa all’11’, palla sulla testa di Bianchi che per poco non si infila in rete, ecco al 23’ l’episodio che avrebbe potuto cambiare il corso della gara, Da Costa travolge in area Aramu e l’arbitro assegna il rigore. Lo batte Aramu, con angolazione precisa ma difettoso nella forza tanto da permettere a Da Costa, con un grande intervento, la parata. Salgono i ritmi della partita e Galabinov spreca due occasioni gol, al 33’ e al 44’ e così la prima frazione si chiude sul risultato di 0-0, con una Pro Vercelli però più tonica e meritevole del Novara. Nella ripresa al 24’ la Pro Ve4rcelli rimane in inferiorità numerica per l’espulsione di Palazzi per doppia ammonizione. Il Novara non riesce comunque ad approfittarne e non riesce a d impensierire Provedel se non al 33’ con un colpo di testa di Chiosa che però finisce alto sopra la traversa.
NOVARA – PRO VERCELLI 0-0
NOVARA (3-4-1-2): Da Costa; Lancini, Mantovani, Chiosa; Kupisz, Cinelli (34’st Di Mariano), Casarini, Calderoni (26’st Orlandi); Sansone; Macheda (42’st Lukanovic), Galabinov. A disp.: Montipò, Scognamiglio, Malberti, Adorjan, Selasi, Koch. All.: Boscaglia
PRO VERCELLI (3-4-2-1): Provedel; Konate, Bani, Luperto; Germano, Palazzi, Vives, Mammarella (27’pt Eguelfi); Aramu (28’st Berra), Emmanuello; Bianchi (39’st Comi). A disp.: Zaccagno, Nardini, Morra, Legati, Castiglia, Osei. All.: Longo
ARBITRO: Sacchi di Macerata
AMMONITI: Palazzi, Di Mariano, Mantovani
ESPULSO: 24’ st Palazzi5
NOTE: 25’ pt Aramu si fa parare un rigore da Da Costa
12 marzo 2017

 

Allo stadio Del Duca la squadra di Boscaglia regola l’Ascoli 2-1, alla rete di Lancini risponde Cacia, poi nel secondo tempo è decisiva la rete di Galabinov

Franco Brunetti
 
Il Novara arriva al Del Duca di Ascoli con il vento in poppa, reduce da tre vittorie mentre la squadra dell’ex Aglietti, non è in un buon momento, perché reduce da due sconfitte consecutive. Boscaglia recupera Galabinov e gli affida il comando delle operazioni dell’attacco Azzurro, affiancandogli Sansone con Adorjan come alttrequartista, mentre Aglietti punta su Cacia con Bentivegna e Orsolini avendo Favilli squalificato. Inizio molto vivace dell’Ascoli con Bentivegna e Cacia molto intraprendenti, ma è il Novara ad avere la prima chance per passare in vantaggio al 26’, con  una deviazione di Troest su sponda di Mantovani dopo un corner dalla destra. Il Novara alza i ritmi e si rende pericoloso in altre due circostanze con Galabinovc: primo tentativo neutralizzato da Lanni, sul secondo tentativo si immola in spaccata Mengoni e sul  corner seguente di Sansone al 31’ va a segno Lancini con un colpo al volo con il sinistro. La reazione dell’Ascoli è immediata e al 33' trova il pari con un tocco sotto di Cacia con il mancino su imbucata di Bentivegna. Al 39' Carpani mette in mezzo un bel pallone dalla destra, Cacia di testa schiaccia verso la porta ma Da Costa è pronto alla parata. Al 5’ della ripresa il Novara passa nuovamente in vantaggio, poderosa incornata di Galabinov che beffa sia Augustyn che Lanni su perfetto traversone teso di Adorjan dalla sinistra. L’Ascoli replica con Bentivegna, il più in palla dei suoi, che al 10’ coglie l’incrocio dei pali con un destro a giro. Gli allenatori completano i cambi previsti e si giunge al 30’ quando l’ascoli protesta per una trattenuta in area su Addae, ma  l'arbitro Mainardi lascia correre. Al 37’ è Da Costa a superarsi respingendo con i piedi un colpo di testa ravvicinato di Cacia su perfetto traversone dalla sinistra di Bentivegna.  Di Mariano che aveva sostituito Adorjan, al 40’ colpisce la traversa con un potente destro dal limite.  L’Ascoli ha la possibilità di riacciuffare il match al 45’ ma Gatto, tutto solo in area su traversone di Cacia spedisce la palla di testa a lato. Finale con rissa tra Troest e Augustyn che vengono entrambi espulsi al 49’ e ultimo brivido finale per le coronarie di Boscaglia al 50’ ma Perez di testa mette alto sopra la traversa. Con questa vittoria il Novara si rilancia nei piani alti della classifica in piena zona play off.
ASCOLI-NOVARA 1-2
ASCOLI (4-3-3): Lanni; Mogos, Augustyn, Mengoni, Felicioli; Carpani (17’ st Perez ), Bianchi (1’ st  Addae), Cassata; Orsolini(29’ st Gatto), Cacia, Bentivegna. A disp.: Ragni, Almici, Gigliotti, Mignanelli, Slivka, Lazzari. All.: Aglietti
NOVARA (3-4-1-2): Da Costa; Troest, Lancini (1’ st Scognamiglio), Mantovani; Kupisz, Orlandi (17’ st Cinelli), Casarini, Chiosa; Adorjan (28’ st Di Mariano); Sansone, Galabinov. A disp.: Montipò, Koch, Chaija, Calderoni, Selasi, Lukanovic. All.: Boscaglia
ARBITRO: Mainardi di Bergamo
MARCATORI: 31'pt  Lancini, 33' pt Cacia, 5’ st Galabinov
AMMONITI: Orlandi, Kupisz, Adorjan, Addae, Mantovani, Cassata, Feliciol
ESPULSI: 49’ st Augustyn, 49’ st  Troest
4 marzo 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it