Al gol di Cernuto risponde Firenze, buone parate di Audero

Anselmo Mazzateo

Partita delicata per ambedue le squadre, il Venezia deve far scordare ai propri tifosi la sconfitta interna col Novara e sperare così di riportarsi in quota, mentrealt la Pro Vercelli deve assolutamente fare punti per abbandonare la scomoda posizione di classifica in cui si trova. Passano pochi minuti dal fischio d’inizio e alla prima azione pericolosa dei padroni di casa al 9’ i piemontesi si ritrovano già sotto di un gol, corner dalla destra, in area svetta Cernuto che di testa insacca. A metà primo tempo sale in cattedra Audero, l’ex Primavera Juve al 23′ riesce ad evitare il gol con una gran respinta, su Morra che tira da distanza ravvicinata sfruttando un colpo di testa Castiglia su cross dalla destra di Ghiglione, al 26’ la Pro è ancora pericolosa sempre con Castiglia che crossa in mezzo per Firenze, tacco per Morra, ma la palla finisce ad Audero, 28’ un gran tiro di Vives deviato da un difensore finisce a lato di un soffio. E’ un buon momento per la squadra di Grassadonia, ma al 35’ il Venezia è nuovamente pericoloso con Stulac, il suo destro dalla trequarti termina fuori di pochissimo. Il pareggio dei bianchi giunge proprio allo scadere, 45’ azione insistita della Pro Vercelli, cross dalla sinistra, Audero esce male e non riesce ad allontanare, arriva Firenze che al volo di destro insacca. Partenza sprint del Venezia nella ripresa, all’3’ tiro dalla destra, Marcone respinge, ma il pallone finisce a Pinato, il suo tiro ad incrociare termina fuori di pochissimo. La risposta della Pro, per poco non si trasforma in gol, 5’ Altobelli dal limite dell’area serve Firenze che però impatta male e Audero può parare facilmente. Ancora Venezia al 14’ tiro di Marsura ma Marcone riesce a respingere. Partita scoppiettante, al 28’ Audero ci mette una pezza su un tiro diretto nel sette di Vives e due minuti dopo un difensore riesce a liberare sulla linea un pallonetto di Firenze che era riuscito a superare Audero. L’ultima emozione a tre minuti dalla fine, 42’ Ghiglione va via sulla destra, ma ancora Audero è bravo a bloccare il suo tiro e mettere in calcio d’angolo. Nei minuti di recupero Grassadonia viene allontanato dal direttore di gara, ma la partita ormai è finita.
VENEZIA – PRO VERCELLI 1-1
VENEZIA (3-5-2): Audero; Cernuto (dall’84’ Fabiano), Bruscagin, Andelkovic; Zampano, Falzerano, Stulac, Pinato, Del Grosso; Marsura (32’ st Mlakar), Zigoni (17’ st Moreo). A disp.: Vicario, Gori, Soligo, Suciu, Geijo, Fabris, Signori, Tagliapietra. All. Inzaghi
PRO VERCELLI (4-3-3): Marcone; Ghiglione, Legati, Bergamelli, Mammarella; Altobelli, Vives, Castiglia; Bifulco (32’ st Berra), Morra (14’ st Raicevic), Firenze (36’ st Polidori). A disp.: Nobile, Rocca, Vajushi, Barlocco, Gilardi, Pugliese, Della Morte, Bruno. All. Grassadonia
ARBITRO: Balice di Termoli
MARCATORI: 8′ pt Cernuto, 45′ pt Firenze
AMMONITI: Bergamelli, Raicevic, Cernuto, Ghiglione
9 dicembre 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it