La squadra di Grassadonia passa in vantaggio con Bifulco, poi la rimonta del Palermo con una doppietta di Nestorovski. Finisce 2-1

Anselmo Mazzateo

La Pro Vercelli torna da Palermo con una sconfitta forse immeritata, ma che la lascia sempre più desolatamente in fondo alla classifica si serie B. La altsquadra di Grassadonia infatti ha un buon inizio, che si concretizza al 20’ con il gol di Bifulco. Il Palermo, per disattenzione,  regala un corner agli ospiti e sul cross di Vives Posacev compie un primo miracolo sventando il tiro di Bergamelli, la palla però s’impenna e Posacev in equilibrio precario riesce solo a smanacciarla mettendola praticamente sui piedi di Bifulco che di destro insacca. La reazione del Palermo è immediata e al 25’ arriva il pareggio, Nestorovski s’incunea nella difesa della Pro e con un preciso tiro a fil di palo non lascia scampo a Marcone. Tra il 36’ ed il 40’ Posacev deve intervenire per sventare un paio di incursioni pericolose della Pro; le squadre vanno quindi negli spogliatoi sul risultato di parità. Ad inizio ripresa al 6’ il Palermo raddoppia, recupero palla di Chochev al limite dell’area, imbucata per Nestorovski che incrocia col sinistro e batte Marcone. Al 17’ l’arbitro annulla per fuorigioco un gol alla Pro, destro di Morra, respinge Posavec, sulla ribattuta insacca Raicevic in posizione di offside. Al 40’ Nestorovski  segna la sua personale tripletta con un fallo di mano, rimediando così la seconda ammonizione ed il cartellino rosso. Anche in inferiorità numerica il Palermo regge e la Pro esce così sconfitta dal Barbera.  E domenica la Pro è attesa da un altro duro impegno, lo scontro salvezza con il Cesena.
PALERMO – PRO VERCELLI 2-1
PALERMO (3-5-2): Posavec; Cionek, Struna, Szyminski; Rispoli, Gnahoré (16’st Dawidowicz), Murawski, Chochev, Morganella; Trajkovski (20’st Embalo), Nestorovski. A disp.: Maniero, Pomini, Accardi, La Gumina, Fiordilino. All.: Tedino.
PRO VERCELLI (4-3-2-1): Marcone; Ghiglione, Legati, Bergamelli, Mammarella; Germano (29’st Rovini), Vives, Castiglia; Bifulco (10’st Raicevic), Firenze; Morra (35’st Polidori). A disp.: Nobile, Gilardi, Berra, Raicevic, Altobelli, Rovini, Vajushi, Konate, Barlocco, Grossi, Polidori, Bruno. All.: Grassadonia.
ARBITRO: Baroni di Firenze
MARCATORI: 20′ pt Bifulco, 25′ pt Nestorovski, 6’ st Nestorovski
AMMONITI: Nestorovski, Bergamelli, Vives, Muravski, Mammarella
ESPULSI: 40’ st Nestorovski per doppia ammonizione
25 settembre 2017

 

Finisce 1-1 contro la Salernitana, al gol di Firenze risponde Schiavi. Nel finale Rodriguez grazia Marcone

Franco Brunetti

Partita gagliarda della Pro Vercelli alla ricerca di punti per la sua già asfittica classifica contro la Salernitana. L’avvio dei bianchi è promettente, ma la prima occasione vera per andare in gol capita alla squadra ospite, che al 31’ grazie ad una amnesia difensiva per la Pro, costringe Marcone a compiere un altintervento disperato su Rodriguez riuscendo a deviare in calcio d’angolo la palla. Cinque minuti dopo al 36’ la Salernitana ha l’occasione per passare in vantaggio, palla di Sprocati per Minala, che però colpisce male spedendo la palla alta sulla traversa. Gol mancato, gol subito, 39′ la Pro passa in vantaggio con un’azione da manuale, lancio millimetrico di Bergamelli per la testa di Raicevic, che fa da sponda liberando l’accorrente Firenze che, a tu per tu con Radunovic, non sbaglia; un minuto dopo al 40′ altra occasione per la Pro, palla in profondità per Germano, che viene anticipato di un soffio da Radunovic in uscita bassa. PRO VERCELLI – SALERNITANA 1-1
PRO VERCELLI (4-3-2-1): Marcone; Ghiglione, Legati, Bergamelli, Mammarella (9’ st Barlocco); Germano, Vives, Firenze; Bifulco (31’ st Konate), Vajushi (17’ st Castiglia); Raicevic. A disp.: Nobile, Berra, Morra, Rovini, Gilardi, Pugliese, Grossi, Polidori, Bruno. All. Grassadonia.
SALERNITANA (4-3-3): Radunovic; Perico, Bernardini, Schiavi (43’ st Tuia), Vitale; Ricci, Signorelli (12’ st Di Roberto), Minala; Alex (42′ pt Rossi), Rodriguez, Sprocati. A disp.: Adamonis, Mantovani, Zito, Iliadis, Kiyine, Della Rocca, Bocalon, Asmah, Cicirelli. All. Bollini.
ARBITRO: Marini di Roma
MARCATORI: 38′ pt Firenze, 20’ st Schiavi
AMMONITI: Firenze, Mammarella, Ricci, Bernardini, Rossi
19 settembre 2017

 

Pareggio a reti inviolate contro il Brescia, ma sono i piemontesi ad andare vicini al gol

Anselmo Mazzateo

La Pro Vercelli cancella lo zero in classifica ritornando dal Rigamonti di Brescia con il classico risultato ad occhiali: 0-0. Il Brescia parte subito fortissimo con altun tiro di Ferrante al 2’ e al 10’, ma è la Pro a centrare il palo all’ 11’ con Firenze su cross di Germano. Successivamente è Morra a rendersi pericoloso in un paio di occasioni. Pro vicinissima al gol al 46’ cross di Mammarella, inserimento di Germano, che batte a rete ma Minelli si fa trovare pronto in uscita e respinge il pallone. Nella ripresa è ancora la Pro a sfiorare il gol al 37’ con Morra, che però manca il pallone al momento della conclusione.
BRESCIA – PRO VERCELLI 0-0
BRESCIA (3-5-2): Minelli; Meccariello, Gastaldello, Somma; Cancellotti (29’ st Rivas), Martinelli (15’ st Bisoli), Ndoj, Machin, Furlan; Rinaldi (8’ st Caracciolo), Ferrante. A disp. Pelagotti, Bandini, Lancini, Dall’Oglio. All. Boscaglia.
PRO VERCELLI (4-3-2-1): Marcone; Ghiglione, Legati, Bergamelli, Mammarella; Germano (26’ st Rocca), Vives (32’ st Pugliese), Castiglia; Firenze, Rovini (15’ st Vajushi); Morra. A disp. Nobile, Berra, Raicevic, Konate, Bifulco, Barlocco, Gilardi, Polidori, Bruno. All. Grassadonia.
ARBITRO: Di Martino di Teramo
AMMONITI: Germano, Vives, Marcone
16 settembre 2017

 

 

Vince il Frosinone 2-1, i ciociari disputeranno i play off, mentre la squadra di Longo festeggia la permanenza nella serie cadetta

Anselmo Mazzateo

In uno stadio tutto esaurito, non è sufficiente alla squadra di Marino la vittoria 2-1 sulla Pro Vercelli per accedere direttamente alla massima divisione, i ciociari dovranno infatti disputare i play off per andare in serie A. Il Frosinone parte a testa bassa e al 13’ passa in vantaggio con Daniele Ciofani, la punizione dalla destra altè di Soddimo e Ciofani, sul secondo palo, insacca di testa alle spalle di Gilardi. Al 29’ il raddoppio, cross di Daniele Ciofani dalla sinistra e Legati di testa batte il proprio portiere, con un incredibile autogol. Nella ripresa la Pro riapre la gara al 13’, cross dalla sinistra e tocco sotto misura di La Mantia per il 2-1. Risultato con cui si chiude la partita anche perché il gol segnato al 24’ da Matteo Ciofani viene annullato per fuorigioco.
FROSINONE - PRO VERCELLI 2-1
FROSINONE (3-5-2): Bardi; Terranova, M. Ciofani (dal 69′ Mokulu), Krajnc; Paganini (dall’87’ Fiamozzi), Frara, Maiello, Soddimo (dal 78′ Sammarco), Crivello; Dionisi, D. Ciofani. A disp.: Zappino, Russo, Ariaudo, Volpe, Sammarco, Pryima, Mamic. All. Marino.
PRO VERCELLI (3-5-2): Gilardi; Konate, Legati, Luperto; Berra, Castellano (dal 79′ Osei), Castiglia, Altobelli, Eguelfi (dal 62′ Negro); Starita (dal 57′ Vajushi), La Mantia. A disp.: Provedel, Germano, Bianchi, Baldini, Comi, Mammarella. All. Longo.
ARBITRO: Manganiello di Pinerolo
MARCATORI: 13′ D. Ciofani, 29′ pt Legati (aut.), 13’ st La Mantia
AMMONITI: Castellano
18 maggio 201

 

Terza salvezza consecutiva grazie al pareggio 2-2 contro il Brescia

Anselmo Mazzateo

La Pro Vercelli conquista la matematica salvezza pareggiando contro il Brescia 2-2. Ad andare in vantaggio sono però le Rondinelle al 13′ del primo tempo con un altsinistro di Coly che sfrutta un rimpallo e insacca alle spalle di Provedel, toccando prima il palo. La Pro ci prova al 16’ ma il tiro di Altobelli a botta sicura è ribattuto da Blanchard. Il pareggio arriva comunque al 25’ su calcio d’angolo battuto da Mammarella,  Bianchi sul primo palo, anticipa tutti e insacca di testa, ma il gol viene catalogato come autorete di Blanchard. Nella ripresa al 19’ la Pro si riporta in vantaggio su punizione di Mammarella., ma Caracciolo regala ai suoi l’importantissimo pareggio su un errore di Provedel e insaccando da due passi il cross di Martinelli
PRO VERCELLI-BRESCIA 2-2
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Konatè, Legati, Luperto; Nardini (16’st Berra), Germano, Vives, Altobelli, Mammarella (28’st Palazzi); Morra (39’st La Mantia), Bianchi. A disp.: Gilardi, Negro, Eguelfi, Castiglia, Comi, Aramu. All. Longo.
BRESCIA (3-5-2): Arcari; Calabresi (29′ st Crociata), Romagna, Blanchard; Untersee (17’st Camara), Bisoli, Pinzi, Martinelli, Coly; Ferrante (31’st Caracciolo), Torregrossa. A disp.: Festa, Dall’Oglio, Lancini, Prce, Ndoj, Sbrissa. All. Cagni.
ARBITRO: Aureliano di Bergamo
MARCATORI: 13′ pt Coly, 25′ pt Blanchard (aut), 19’ st Mammarella, 37’ st Caracciolo
AMMONITI: Nardini, Mammarella, Torregrossa, Ferrante, Martinelli
13 maggio 2013


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it