I cambi di Longo decidono la gara, decisivi gli ingressi di Castiglia che batte la punizione al 39’ e di Morra che concretizza battendo Iacobucci con un tocco sotto misura

Anselmo Mazzateo

Tre punti importantissimi quelli raccolti oggi dalla Pro Vercelli nella sfida casalinga contro l’Entella. Un significativo passo in avanti della formazione di Longo verso la zona di metà classifica con vista permanenza nella categoria. Tre punti nati dai campi che Moreno Longo ha effettuato nella riresa giunti a otto minuti dal termine altgrazie al gol vincente di Morra  messo in condizione di battere a rete dalla perfetta punizione di Castiglia. Inizia con lo spirito giusto la squadra di Longo, con un bello scambio tra Vives e Emmanuello all’8’ che finisce tra le braccia di Iacobucci ed un tiro di Aramu al 12’ che non inquadra la porta. Ci prova anche Legati al 14’ e di Emmanuello dalla distanza al 17’, ma la palla finisce fuori di poco. L’Entella alza il baricentro e va alla conclusione prima con Caputo al 22’ e con Moscati al 34’ su sviluppi di un corner con palla a fil di palo. Nel finale di tempo ci prova ancora l’Entella al 39’ Sini in area per Diaw, sponda per Caputo che cerca la conclusione di prima, ma Bani è bravissimo ad opporsi col corpo, poi è Bianchi a sfiorare il gol al 41’ con una gran conclusione dai venti metri che Iacobucci riesce a deviare leggermente e con l’ausilio del palo a mettere in angolo. Il sostanziale equilibrio del primo tempo, continua anche nella ripresa rotto solo nel finale da un contropiede pericolosissimo dell’Entella al 30’, con Caputo che raccoglie un cross dalla sinistra si coordina e calcia al volo ma la palla termina a lato di pochissimo e dadue tentativi di Morra. Il primo al 35’ con Iacobucci che vola a deviarla in corner, il secondo tentativo al 39’ su invito preciso di Castiglia che su punizione mette la palla sul secondo palo dove sbuca Morra che batte inesorabilmente Iacobucci. E’ il gol vittoria, è il gol della serenità che premia il lavoro di Moreno Longo che non ha mai dubitato delle capacità di questa squadra.
PRO VERCELLI – ENTELLA 1-0
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Legati, Bani, Luperto; Berra, Germano (9’ st Castiglia), Vives (45’ st Konate), Emmanuello, Eguelfi; Aramu (21’ st Morra), Bianchi. A disp.: Zaccagno, Starita, Baldini, Altobelli, Comi, Osei. All. Longo.
VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Belli, Ceccarelli, Pellizzer, Sini; Palermo, Troiano, Moscati (37’ st Ardizzone); Ammari (27’ st Tremolada); Caputo, Diaw (16’ st Catellani). A disp.: Paroni, Filippini, Pecorini, Benedetti, Zaniolo, Mota. All. Breda.
ARBITRO: Baroni di Firenze
MARCATORE: 39’ st Morra

 

AMMONITI: Emmanuello, Castiglia, Belli


8 aprile 2017

 

Partita senza grosse occasioni da rete

Anselmo Mazzateo

Finisce come prevedibile 0-0 il match tra Carpi e Pro Vercelli, due formazioni con parecchie difficoltà ad andare in gol. Risultato che Longo aveva auspicato alla vigilia e utile per muovere la classifica e allontanarsi sempre più dalla zona calda del basso classifica. Il primo pericolo è di marca vercellese, al 10’ Aramu dai 30 altmetri pennella una splendida punizione e Belec è costretto a deviare in corner. Tre minuti dopo è Comi a tentare il tiro su assist di Aramu e liscio della difesa dei padroni di casa, ma la conclusione è stoppata da un difensore. Ci prova Letizia col destro, bravo Provedel a farsi trovare pronto e respingere coi pugni, poi la difesa allontana. Al 27’ Castiglia lancia Nardini che crossa per Germano ma un difensore anticipa e libera; al 29’ cross di Nardini per Comi che in acrobazia serve Bani che non riesce ad addomesticare la palla, poi al 35’ Comi manda la palla fuori di un soffio su cross di Aramu dalla bandierina. Nella ripresa il Carpi con Lasagna al posto di Fedato acquista in ritmo. Al 7’ il Carpi vicino al gol, Lasagna crossa per Cncas che colpisce il palo, poi recuperato il pallone calcia a colpo sicuro ma Provedel sfodera un grande intervento e salva la sua porta. Al 15’ altra occasione per la squadra di Castori, Lasagna, attivissimo sulla sinistra e crossa, Eguelfi anticipa di un soffio Concas e al 17’ Provedel compie un altro miracolo devianto il tiro di Letizia che aveva ricevuto palla da Struna. La Pro cerca di non farsi chiudere e al 26’ sugli sviluppi di un corner, sponda di Konatè per Bani che da due passi spara incredibilmente alle stelle. Il Carpi cerca di spingere al massimo negli ultimi quindici minuti, al 34’ cross di Struna dalla destra, Konatè s’ immola e di testa anticipa l’attaccante avversario pronto a colpire a rete.
CARPI – PRO VERCELLI 0-0
CARPI (4-4-2): Belec; Letizia, Romagnoli, Gagliolo, Poli (27’ st Bifulco); Concas (46’ st Beretta), Sabbione, Bianco, Struna; Mbakogu, Fedato (1’ st Lasagna). A disp.: Petkovic, Seck, Carletti, D’Urso, Mbaye, Lasicki. All. Castori.
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Konate, Bani, Luperto; Berra, Germano (32’ st Starita), Palazzi, Castiglia, Nardini (6’ st Eguelfi); Aramu (16’ st Altobelli), Comi. A disp.: Zaccagno, Morra, Vives, Legati, Bianchi, Baldini. All. Longo.
ARBITRO: Abbattista di Molfetta
AMMONITI: Concas, Fedato, Palazzi, Altobelli
4 aprile 2017

 

La squadra di Longo batte i pugliesi 1-0 con il gol del centrocampista Emmanuello nel primo tempo. Nella ripresa palo di Palazzi a pochi minuti dalla fine

Anselmo Mazzateo

La Pro Vercelli contro il Bari ottiene tre punti importantissimi in chiave salvezza, ora la squadra di Longo, complici i risultati degli altri incontri delle pericolanti, veleggia in una zona di classifica meno agitata. Non si può ancora dire che la salvezza sia stata conquistata, ma un gran passo in avanti in tal senso è stato fatto. altGià al 1’ la squadra di patron Secondo potrebbe passare in vantaggio, ma la conclusione di Bianchi liberato da un liscio di Daprelà finisce alto sopra la traversa. La Pro comunque dimostra di essere viva e al 12’ Emmanuello prova la conclusione, ma la palla è deviata in corner da Capradossi. Sulla sponda opposta si mette in mostra l’ex granata Parigini che al 25’ elude Bani  e serve Brienza, il tiro sfiora il palo alla sinistra di Provedel. Il portiere della Pro è ancora chiamata all’intervento al 28’ da un colpo di testa di Parigini, poi lo stesso Parigini al 30’ con una girata al volo manda la palla abbondantemente a lato. Un minuto dopo la Pro passa in vantaggio, 31’ Palazzi mette in mezzo dalla destra, finta di Bianchi e conclusione vincente di Emmanuello. Dopo una spizzata di testa di Bianchi per Aramu al 38’ che in area, prova la girata volante, bloccata in tuffo da Micai, al 40’ viene allontanato il tecnico barese Colantuono per proteste. Nella ripresa la Pro cerca di controllare la gara non disdegnando però le puntate offensive, 3’ lancio di Eguelfi per Bianchi che controlla e appoggia per Aramu al limite dell’area, ma il tiro viene parato da Micai. Il Bari cerca di rinforzare la linea d’attacco con l’ingresso di Floro Flores al posto di Parigini e al 12’ il Bari va a rete: sugli sviluppi del corner, Floro Flores colpisce la traversa con Floro Flores e poi sul tap in vincente l’arbitro ferma tutto per fuorigioco. La Pro si difende comunque con ordine e al 36’ colpisce un palo clamoroso che avrebbe permesso alla squadra di Longo di chiudere la gara, Palazzi recupera palla su Sabelli e si invola verso la porta, tiro ad incrociare appena dentro l’area, ma il palo alla sinistra di Micai respinge la conclusione. Nel primo minuto di recupero ultimo brivido per i tifosi della Pro, destro potentissimo dalla distanza di Sabelli, ma Provedel si salva in calcio d’angolo. Finisce così con la vittoria della pro Vercelli dopo 91 giorni di astinenza tra le mura amiche del Piola.
PRO VERCELLI-BARI 1-0
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Legati, Bani, Luperto; Berra, Palazzi, Vives (42’st Altobelli), Emmanuello (27’st Germano), Eguelfi; Aramu (33’st Morra), Bianchi. A disp.: Zaccagno, Nardini, Konate, Starita, Castiglia, Comi. All. Longo.
BARI (4-3-3): Micai; Sabelli, Moras, Capradossi, Daprelà; Macek, Romizi, Salzano; Parigini (5’st Floro Flores), Raicevic (21’st Maniero), Brienza (43’pt Galano). A disp.: Gori, Basha, Martinho, Furlan, Morleo, Viola. All. Colantuono.
ARBITRO: Pinzani di Empoli
MARCATORE: 31′ pt Emmanuello
AMMONITI: Macek, Moras, Vives
NOTE: 40’ pt espulso il tecnico del Bari Colantuono per proteste
1 aprile 2017

 

Tra Latina e Pro finisce 0-0. La squadra di Longo si ritrova a metà ripresa in superiorità numerica ma non riesce ad approfittarne.

Anselmo Mazzateo

Lo scontro salvezza tra Latina e Pro Vercelli è terminato con il classico nulla di fatto. Un brodino quindi alle due squadre che lascia immutata la situazione nella zona bassa della classifica anche per i pareggi delle altre squadre invischiate nella lotta per non retrocedere eccezion fatta per l’Avellino punito severamente dalla altTernana. Partita però che la Pro avrebbe dovuto e potuto vincere quando a metà della ripresa si è trovata in superiorità numerica per l’espulsione cervellotica, rosso diretto, di Corvia decretata dall’arbitro Di Martino. Il Latina mette subito sotto pressione la difesa della squadra di Longo, andando al tiro pericolosamente al 10’ con Bruscagin e al 13’ con Bonaiuto, ma la difesa dei Bianchi regge e si salva ripetutamente in angolo. Passati i primi venti minuti, dopo lo sfogo iniziale del Latina la Pro tenta timidamente di salire e al 24’ si registra il primo tiro in porta, ad effettuarlo è Aramu, ma il tiro è debole e non impensierisce Pinsoglio. Il ritmo sempre alto per quasi tutto il primo tempo cala verso il 40’ con la Pro che guadagna metri a centrocampo, cercando di rendersi pericolosa, ma Bianchi non è mai innescato a dovere e così tutto il peso dell’attacco è sulle spalle di Aramu l’unico fin qui a concludere a rete. La ripresa decisamente meno scoppiettante, con il Latina che riprende le redini del gioco, viene ravvivata al 24’ dalla decisione dell’arbitro Di Martino che vede un fallo di Corvia ai danni di Palazzi, mentre in realtà a compiere fallo era stato Bandinelli ed il tentativo di Corvia era andato a vuoto. La Pro si ritrova così in superiorità numerica, ma non riesce ad approfittarne anche perché il Latina si chiude a riccio a difesa del pareggio. L’unica vera occasione da gol se la procura Bianchi al 40’ raccogliendo di testa l’ottimo assist di Vives, ma la palla con traiettoria ad uscire termina a lato. La partita termina così 0-0, sesto risultato utile consecutivo per la Pro.
LATINA – PRO VERCELLI 0-0
LATINA (3-4-3): Pinsoglio; Coppolaro, Dellafiore, Garcia Tena; Bruscagin, De Vitis (17’ st Bandinelli), Rocca, Di Matteo (14’ st De Giorgio); Insigne, Corvia, Bonaiuto (30’ st Jordan). A disp.: Bortolameotti, Pianto, Mariga, Maciucca, Nica, Rolando. All. Vivarini.
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Legati, Konate, Luperto; Berra (31’ st Nardini), Palazzi (40’ st Baldini), Vives, Emmanuello, Eguelfi; Aramu (36’ st Comi), Bianchi. A disp.: Gilardi, Germano, Starita, Castiglia, Altobelli, Osei. All. Longo.
ARBITRO: Di Martino di Teramo
AMMONITI: De Vitis, Garcia Tena, Konate, Eguelfi
ESPULSI: 24’ st 69′ Corvia
26 marzo 2017

 

Tra Pro e Verona finisce 1-1, alla rete di Bianchi nel primo tempo replica Ganz al  terzo minuto di recupero del secondo tempo

Anselmo Mazzateo

La Pro Vercelli ha sperato fino all’ultimo secondo di poter conquistare la posta piena nel confronto con il Verona ed invece a al 48’ Ganz riesce a limitare i danni per la squadra scaligera pareggiando in pieno recupero il gol di Bianchi. Parte meglio il Verona che dopo solo dopo quattro minuti, con Bianchetti su un'uscita avventata altdi Provedel, prova  con una volée  a superarlo. La partita è abbastanza equilibrata, con le due squadre molto attente in fase di copertura; il ritmo è abbastanza lento ed i padroni di casa allora si fanno più intraprendenti. Una punizione del solito Aramu al 18’ quasi sorprende Nicolas. La spinta della Pro aumenta e al 42’ arriva il gol di Bianchi, che da attaccante vero controlla e piazza un destro al volo che s'insacca alle spalle di Nicolas. Nella ripresa il Verona cerca di alzare il baricentro e all’8’ unj colpo di testa di Caracciolo finisce fuori di pochissimo. Il difensore veronese ci riprova al 15’ ma anche in questa occasione, il suo colpo di testa su servizio di Siligardi termina fuori. La Pro dà segni di vita con Emmanuello al 19’, ma il Verona continua a spingersi in avanti alla ricerca del pareggio, Siligardi ci prova al 44’ direttamente da calcio d’angolo, ma la palla si stampa contro il palo esterno, poi al terzo minuto di recupero Ganz di testa mette in rete il gol del pareggio su cross di Siligardi.
PRO VERCELLI – HELLAS VERONA 1-1
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Legati, Bani, Luperto; Berra, Germano, Vives (8’st Castiglia), Emmanuello, Eguelfi; Aramu (16’st Nardini), Bianchi (28’st Comi). A disp.: Zaccagno, Konate, Starita, Castellano, Baldini, Osei. All. Longo
HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti (41’st Fares), Caracciolo, Souprayen; Romulo (24’st Cappelluzzo), Fossati, Zaccagni (1’st Luppi); Bessa, Ganz, Siligardi. A disp.: Coppola, Boldor, Troianiello, F. Zuculini, Ferrari, B. Zuculini. All. Pecchia
ARBITRO: Minelli
MARCATORI: 42′ pt Bianchi, 48’ st Ganz
AMMONITI: Zaccagni, Pisano, Bani, Fossati, Castiglia, Comi
18 marzo 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it