I toscani cercano la vittoria, ma si fermano alla traversa di Benedetti, ai bianchi, mai pericolosi, va bene lo 0-0

PRO VERCELLI – PISA 0-0

PRO VERCELLI: Valentini, Cancellotti, Murante, Ranellucci, Rosso, Battaglia, Tripoli (22' st Malatesta), Marconi, Iemmello (37' st Tonani), Disabato, Fabiano (30' st Armenise). A disp.: Dan, Nocciola, Santoni, Di Piazza. All. Braghin.
PISA: Pugliesi, Ton (4' st Gatto), Benedetti, Raimondi, Bizzotto, Berardocco, Benvenga, Favasuli, Perez (23' st Strizzolo), Carparelli, Ilari. A disp.: Sepe, Audel, Lanzola, Tremolada, Perna. All. Pagliari.
ARBITRO: La Penna di Roma.
AMMONITI: Marconi, Cancellotti, Benedett, Murante, Gatto, Bizzotto, Favasuli e Rosso.

La Pro Vercelli è in emergenza pura dopo che in settimana il capitano Calvi è stato operato al menisco e dovrà rimanere fermo per almeno due mesi e che il dominicano Espinal è stato vittima di un problema muPietro Iemmelloscolare che lo terrà lontano dal campo di gioco per un mese e mezzo circa secondo quando detto dai medici societari. Nonostante queste due pesantissime assenze che si vanno a sommare a tutte quelle che ormai affliggono la Pro da inizio stagione, i bianchi scendono in campo contro il temibile Pisa vogliosi di portare a casa almeno un punto. Braghin incredibilmente recupera un uomo ed è il difensore ex Spal Francesco Battaglia fermo dalla partita contro il Renate di Coppa Italia, ancora panchina per Santoni e attacco che punta tutto sull’ex Fiorentina Iemmello. Il Pisa guidato da Pagliari in panchina e da Carparelli in campo è la squadra che si rende maggiormente pericolosa nell’arco della partita. Al 27’ proprio il capitano dei pisani Carparelli impegna Valentini, risponde al 33’ Iemmello con una conclusione da fuori che finisce a lato, mentre al 36’ ancora Valentini deve uscire alla disperata per evitare che il pallone giunga a Perez solo in area. Nella ripresa il copione non cambia, con il Pisa spinto dai duecento tifosi accorsi dalla Toscana a cercare il successo. E al 14’ i pisani vanno vicinissimi alla rete con un tiro di Benedetti che si stampa sulla traversa. La partita con il passare dei minuti scema e la Pro Vercelli si rende ancora pericolosa solo con alcuni tiri da fuori di Iemmello e Tripoli che non destano preoccupazione alla retroguardia toscana. Troppo poco contro questo Pisa, ma alla fine il punto conquistato in una situazione di piena emergenza vale moltissimo per la squadra di Braghin. Uscire imbattuti era l’obiettivo ed è stato centrato, adesso si spera di vedere l’infermeria svuotarsi in settimana almeno di qualche elemento.

25 settembre 2011

La Pro Vercelli vince a Monza 1-0, ma Braghin deve registrare i nuovi infortuni a Modolo e Bencivegna. Masi espulso

 

MONZA: Marcandalli, Uggè, Bugno, Cattaneo, Cusaro (21' st Kyeremateng), Fiuzzi, Iacopino, Valagussa (21' st Nappello), Ferrario, Palumbo, Colacone. A disp.: Castelli, Boscaro, Anghileri, Velardi, Chemali. All.: Motta.

PRO VERCELLI: Valentini, Bencivenga (25' pt Cancellotti), Murante, Ranellucci, Rosso, Modolo (35' st Masi), Espinal, Marconi, Iemmello, Disabato (34' st Tripoli), Fabiano. A disp.: Dan, Nocciola, Di Piazza, Malatesta. All.: Braghin.

ARBITRO: Operato di Isernia.

MARCATORE: 7' st Espinal.

AMMONITI: Ferrario, Marconi, Cusaro, Masi, Espinal e Valagussa.

ESPULSO: 48’ st Masi per doppia ammonizione.

 

Antonello Vischeri

 Vinicio Espinal

Finalmente arriva la prima vittoria per la Pro Vercelli in questo campionato di Prima Divisione che finora aveva regalato solo mezze delusioni. In casa del Monza, già battuto un mese fa in Coppa Italia per 2-0, i bianchi vercellesi vincono con un solo gol di scarto segnato dal dominicano Espinal, giocatore che in questa categoria può fare la differenza. Il tecnico Braghin deve rinunciare a capitan Calvi, costretto a dare forfait nonostante avesse  cercato fino all’ultimo di recuperare dall’infortunio patito nel penultimo allenamento svolto al Piola. La sua assenza si va ad aggiungere a quelle di Armenise, squalificato, e dei vari Battaglia, Pigoni e Gazo tutti infortunati. Il tecnico però oltre  all’attaccante Espinal recupera anche Murante che va a riprendere il suo posto come terzino sinistro.

OCCASIONI E INFORTUNI – Già al 2’ la Pro si rende pericolosa con una buona combinazione tra Fabiano e Iemmello, il tiro di quest’ultimo è però centrale e viene controllato senza problemi dall’estremo biancorosso Marcandalli. Al 13’ Espinal su un traversone di Disabato non trova lo specchio della porta di testa e al 17’ è il Monza a rendersi pericoloso con il veterano Iacopino sul cui gran tiro si oppone il terzino Bencivenga in angolo. Dall’angolo Valentini è chiamato a superarsi su un colpo di testa di Fiuzzi deviato sulla traversa dal portiere vercellese. Subito dopo l’attaccante biancorosso Colacone trova la rete del vantaggio che viene annullata per fuorigioco fra le proteste dei padroni di casa. La partita è vibrante e un minuto dopo la traversa del Monza, è la Pro a sfiorare la rete del vantaggio con una girata di Fabiano che termina di poco a lato. Ma i guai per la squadra di Braghin sono sempre dietro l’angolo e al 25’ Bencivenga deve lasciare il posto a Cancellotti per un problema muscolare che inizia a mettere sotto processo il sintetico del Piola a cui i giocatori devono ancora abituarsi. La Pro non si scompone e attacca: al 26’ ci prova Espinal, ma la sua conclusione viene deviata in angolo; due minuti dopo Fabiano mette in mezzo un bel pallone per Iemmello che però devia debolmente sotto porta. Al 35’ però Braghin si lascia andare a qualche imprecazione contro la sfortuna che perseguita i bianchi perché anche Modolo deve lasciare il posto a Masi per un nuovo infortunio che ferma il centrocampista. La prima frazione di gara si chiude con una pericolosa punizione di Iacopino su cui Valentini fa buona guardia.

INIZIO BRUCIANTE – Nella ripresa c’è tempo giusto di riprendere posto in tribuna che dopo trenta secondi Fabiano sfiora la rete con un tiro da fuori. Si vede che la Pro Vercelli è rientrata in campo con la giusta determinazione a dare un calcio alla sfortuna che l’ha vista protagonista in questo inizio di stagione fra infortuni e sconfitte nate da cross partita oltre la linea di fondo come a Como e al 7’ gli sforzi dei bianchi vengono premiati. Ad essere sinceri questa volta la fortuna ripaga buona parte del suo debito facendo fare una figuraccia al portiere di casa Mercandalli che sul debole tiro di Espinal cerca il rinvio con i piedi sbucciando il pallone e mandandolo nella propria porta. E una decina di minuti dopo sempre Mercanadalli combina un nuovo pasticcio facendosi rubare palla da Iemmello che da posizione defilata non riesce a servire al meglio Disabato pronto a deviare in rete per il 2-0. Sfuma così la possibilità di andare in doppio vantaggio e poter amministrare la partita con maggiore tranquillità. La partita però non offre nuove emozioni con la Pro Vercelli brava a gestire il pallone e il Monza incapace di organizzare pericolose sortite offensive, cercando sempre un guizzo di Iacopino. C’è però da arrabbiarsi con Masi che a apartita ormai terminata si fa espellere per doppia ammonizione mettendo ancora più in difficoltà il tecnico per la prossima gara di campionato e rovinando il sapore della prima vittoria in campionato che allontana la parte bassa della classifica.

Nel recupero della 1° giornata contro il Como i bianchi perdono 1-0

Armenise lascia in dieci al 16’ della ripresa, la squadra regge, ma viene punita all’ultimo assalto

 

COMO – PRO VERCELLI 1-0

 

COMO (4-2-3-1): Giambruno; Diniz, Zullo, Urbano, Nieddu; Salvi, Lewandowski; Bardelloni, Lulli (19' st Miello), Filippini (24' st Ciotola); Tavares. A disp.: Conti, Ambrosini, Vicente, Doumbia. All. Ramella.

PRO VERCELLI (4-3-3): Valentini; Cancellotti, Modolo, Ranellucci, Armenise; Espinal (13' st Marconi), Calvi, Rosso; Disabato (18' st Bencivenga), Iemmello, Di Piazza (24' st Fabiano). A disp.: Dan, Santoni, Masi, Malatesta. All. Braghin.

ARBITRO: Cifelli di Campobasso.

MARCATORE: 45’ st Tavares.

AMMONITI: Urbano (C), Arrmenise (P), Bardelloni (C), Rosso (P), Tavares (C), Nieddu (C), Modolo (P).

ESPULSI: 16’ st Armenise (P) per doppia ammonizione; 47’ st Tavares (C) per doppia ammonizione.

 

Che beffa per la Pro Vercelli nella partita disputata questa sera contro il Como, valida per il recupero della prima giornata quando la gara era stata sospesa al 60’ sul 2-1 per i padroni di casa per il diluvio che aveva reso impraticabile il terreno di gioco del Sinigallia. I bianchi devono ancora fare a meno dei molti infortunati (Battaglia, Tripoli, Murante, Pigoni, Gazo e Germano), ma recuperano i tre squalificati assenti contro il Foggia (Rosso, Espinal e Fabiano, i primi due subito in campo dal primo minuto). Il Como del tecnico Ramella a sorpresa rinuncia all’estro dell’esterno Miello dato come sicuro titolare prima della partita e i primi venti minuti per i lariani sono da brividi. Si inizia già dopo 55 secondi con Di Piazza bravo a trovare lo spazio per scoccare un tiro a giro che termina di poco alto sulla traversa. Passano sei minuti e Giambruno viene chiamato agli straordinari su una punizione calciata da Disabato e due minuti dopo l’estremo comasco si ripete su Di Piazza, imbeccato perfettamente da Iemmello, che cerca di cogliere in controtempo l’estremo difensore con un tocco ravvicinato senza fortuna. Al 22’è nuovamente una punizione di Disabato a mandare in apprensione la retroguardia di casa, il numero undici lascia partire un fendente insidiso deviato in angolo con qualche affanno dal Como. La Pro Vercelli è padrona del campo, ma il Como cerca di riorganizzarsi e al 25’ si fa vedere per la prima volta dalle parti di Valentina con Tavares. Ed è una prima volta che potrebbe fare molto male, visto che il colpo di testa dell’attaccante termina in rete, ma l’urlo del bomber di casa viene strozzato in gola dalla bandierina alzata del guardalinee a segnalare un fuorigioco dello stesso numero nove. Al 39’ è di nuovo Pro con tiro di Iemmello che termina fuori lambendo il palo.

MISCHIA VINCENTE – La ripresa è molto meno vivace, le due squadre stanno attente a non scoprirsi, ma le cose per la Pro Vercelli iniziano a mettersi male quando al 16’ Armenise rimedia il secondo giallo della sua partita e viene espulso. Il Como inizia a spingere cercando di mettere in crisi al Pro Vercelli e al 37’ confeziona la migliore occasione della partita, ma il fendente di Bardelloni, scuola Brescia, termina a lato di un niente. I peggio sembra passato, i vercellesi iniziano a sperare di riuscire a portare via un punto importante da Como, ma non hanno fatto i conti con Tavares. L’arbitro concede sei minuti di recupero, ma non fa in tempo a passare il primo che l’attaccante con un passato anche nel Genoa risolve al meglio una mischia creatasi in area vercellese, battendo Valentini. E’ l’1-0 e la gioia incontenibile di Tavares lo porta a prendersi il secondo giallo per perdita di tempo (il gioco riprenderà dopo ben sei minuti), venendo di fatto espulso. Nei pochi minuti che restano la Pro Vercelli si riversa in avanti, ma senza arrivare al gol del pareggio. Il Como sale così in testa alla classifica in attesa di affrontare la corazzata Sorrento domenica, mentre la Pro Vercelli rimane con un solo punto in classifica e domenica farà visita al Monza.

 

14 settembre 2011

Esordio casalingo per i bianchi che soffrono

Nessuna vera occasione da rete per la Pro Vercelli che ringrazia il suo portiere

 

Giorgio Siffotti

 

PRO VERCELLI – FOGGIA 0-0

 

PRO VERCELLI: Valentini, Cancellotti, Murante (40' st Armenise), Ranellucci, Calvi, Modolo, Disabato, Marconi, Iemmello, Di Piazza (34’ st Bencivenga), Santoni (16’ st Tripoli). All. Braghin.

FOGGIA: Ginestra, Cardin, Tomi, Venitucci  (36’ st Cruz Wilson), Lanzoni, Gigliotti, Cortesi (11’ st Wagner), Meduri, Giovio (20’ st Agodirin), Molina, Lanteri. All. Bonacina.

ARBITRO: De Faveri di San Donà del Piave.

AMMONITI: Cardin, Marconi e Wagner.

 

Vercelli - Esordio casalingo da brividi per la Pro Vercelli che in campionato è ancora ferma a quota zero dopo la sospensione della partita contro il Como di domenica scorsa che sarà recuperata questo mercoledì. Al Piola arriva il Foggia orfano di Zeman, e passato nelle mani di Walter Bonacina ex giocatore e tecnico della Primavera dell’Atalanta. Braghin recupera Murante in difesa, ma deve rinunciare tra gli altri al centrale difensivo Battaglia, oltre agli squalificati Rosso, Espinal e Fabiano, mentre in attacco schiera il trio Di Piazza, Iemmello e Santoni.

Le due squadre fin dai primi minuti sono attente a non mostrare il fianco alle ripartenze avversarie, ne nasce una partita molto studiata, in cui nel primo tempo succede poco o nulla, se non un’occasione per il Foggia con Giovio che impegna l’estremo Valentini ad opporsi e in seguito la retroguardia bianca a fare da muro nella seguente mischia in area con la palla che danza pericolosamente sulla linea di porta prima di essere bloccata dal portiere con gli ospiti che chiedono a gran voce il gol. Se nei minuti inizlali della gara Santoni aveva cercato di sorprendere Ginestra con un tiro da fuori area finito alto, l’unica vera azione degna di nota della Pro Vercelli arriva al 31’ sugli sviluppi di una punizione di Mirante: il pallone arriva all’ex Fiorentina Iemmello, ritenuto il più forte attaccante classe ’92 in Italia, la cui conclusione termina alta sulla traversa.

RIPRESA – Anche nella ripresa non succede molto, con la Pro Vercelli che sul nuovo sintetico del Piola, patisce un po’ il Foggia che può solo mangiarsi le mani per l’occasione capitata sui piedi di Lanteri a metà ripresa. L’attaccante giunto in prestito dal Novara conquista palla al centro dell’area e calcia a botta sicura, solo che il pallone carambola sul corpo di Valentini e viene ribattuto. Braghin dalla panchina lascia trasparire tutta la sua insoddisfazione per come la squadra risponde sul campo agli attacchi pugliesi, l’innesto di Tripoli movimenta un po’ il gioco dei vercellesi, senza però dare grandi frutti in termini di occasioni da rete. Finisce 0-0, primo punto in campionato per la squadra di Braghin che resiste ad una corazzata come il Foggia che ha come obiettivo minimo entrare nei playoff per salire in serie B. In attesa di recuperare acciaccati e squalificati il tecnico nonostante si dica poco soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi può comunque rallegrarsi per essere stato aiutato anche dalla buona sorte in alcune occasioni Mercoledì a Como la Pro Vercelli ripartirà dal primo minuto con il risultato di 0-0 e il tecnico spera di ricevere risposte positive dalla squadra  chiamata ad un inizio di stagione in salita viste le avversarie, ma da cui in molti si aspettano un campionato da protagonista vista la rosa a disposizione del tecnico.

 

11 settembre 2011

 

Gli altri risultati :

Benevento  -   Lumezzane   3-0    

Foligno  -   Como  1-2     

Pisa  -   Avellino   3-0    

Pro Vercelli 1892  -   Foggia   0-0    

Reggiana   -   Monza Brianza   1-2    

Sorrento  -   Pavia   2-2    

Taranto  -   Spal   1-0   

Viareggio   -   Carpi   3-2

 

lunedì, 12 settembre 2011

Tritium   -   Ternana    ---    

 COMO vs PRO VERCELLI 2-1 sospesa

 

 

PRO VERCELLI (4-4-2) Valentini; Cancellotti, Murante, Ranellucci, Calvi; Modolo, Disabato, Marconi, Jammello; Di Piazza, Santoni. A disp.: Dan, Armenise, Masi, Nocciola, Tripoli, Germano, Malatesta. All.: Braghin

Arbitro: Ripa di Nocera Inferiore

Marcatori: 41’pt Urbano, 47’ pt Salvi, 2’ st Di Piazza

Note: partita sospesa al 14’ st sul risultato di 2-1 per pioggia battente e campo quasi impraticabile.

 

La partita verrà ricuperata alle ore 20.30 di mercoledì 14 settembre allo Stadio Sinigaglia di Como.

 

4 settembre 2011

 


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it