Malatesta mata una buona Spal

PRO VERCELLLI (4-3-1-2): Valentini, Bencivenga, Armenise, Modolo, Rosso, Masi, Disabato (11' st Tripoli), Espinal, Malatesta, Fabiano (38' st Calvi), Iemmello (28' st Santoni). A disp.: Miranda, Germano, Tonani, Murante. All.: Turone (Braghin squalificato)
SPAL (4-1-4-1):  Capecchi; Ghiringhelli, Canzian, Agnelli, Zamboni, Beduschi (42' st Fortunato), Melara, Bedin, Marconi (38' st Mendy), Migliorini, Laurenti ( 25' st Rossi P.). A disp.: Teodorani, Vecchi, Cosner, Rossi A. All.:  Vecchi
ARBITRO: Gallo di Battipaglia
MARCATORE: 40’ st Malatesta

Franco Brunetti

VERCELLI – Un ‘Silvio Piola’ gremito più del solito ha accolto il posticipo tra Pro Vercelli e Spal. La gara preceduta dalla consegna a Mattia Destro delL'esultanza dopo il gol premio Piola, come il miglior under 21 italiano, ha visto le due squadre darsi battaglia per tutti i novanta minuti, con i ferraresi bravi ad imbrigliare i centrocampisti vercellesi e ad assumere il comando del gioco. Soprattutto nel primo tempo la supremazia della Spal è stata evidente, la Pro non riusciva ad organizzare le sue solite trame di gioco, complice un Fabiano leggermente in ombra, mentre la Spal andando a pressare molto alta metteva in difficoltà la Pro fin dal momento di iniziare l’azione. Il primo pericolo lo correva Valentini, portiere della Pro, che in serata non molto felice, sbagliava la presa alta in uscita al 6’ di gioco. La Pro si proponeva all’attacco un minuto dopo ma né Iannello, né Malatesta riuscivano a inserirsi, su un lancio in area ed il portiere Capecchi poteva salvare in uscita.  Valentini veniva impegnato da Migliorini e respingeva di pugno al 13’. Iniziava un periodo di grande intensità da parte dei giocatori spallini, al 19’ ci riprovava Migliorini, ma Valentini deviava in angolo con le punta delle dita. Sulla battuta del corner ancora Valentini protagonista in negativo per una presa alta difettosa. Al 20’ la Spal reclamava per un rigore, non concesso dall’arbitro, per un mani in area da parte di un difensore vercellese su cross proveniente dalla sinistra. La partita si faceva nervosa e l’arbitro Gallo era costretto a fischiare molto, spezzettando così il gioco. Al 33’ fermava un’azione in area della Pro, mentre Zamboni metteva in rete di testa di contro balzo il pallone. Non si poteva parlare di gol annullato perché l’azione era stata fermata un attimo prima del tiro. La fine del primo tempo vedeva ancora la Spal all’attacco con Migliorini, ma Valentini si salvava ancora una volta di pugno mettendo in corner.  Sulla battuta dalla bandierina, Modolo deviava nuovamente in angolo rischiando l’autogol. Il conteggio dei corner, 6 a 0 per la Spal la diceva lunga sul dominio territoriale dei ferraresi nel primo tempo. La ripresa vedeva una Pro più aggressiva rispetto alla prima frazione di gioco, con un Fabiano che lentamente cresceva a centrocampo, ma il primo pericolo lo correva Valentini su un tiro improvviso di Melara ben servito da Marconi, il portiere si salvava con i pugni. Braghin dalla tribuna, consigliava al suo secondo Turone, figlio d’arte, il primo cambio, entrava Tripoli al posto di Disabato e la Pro aumentava il ritmo. La Spal controllava comunque bene la situazione e appena possibile ripartiva grazie alla velocità dei suoi avanti, ma almeno adesso la Pro Vercelli arrivava nei pressi della porta difesa da Capecchi con più frequenza e pericolosità. Al 25’ Espinal ci provava di testa ben servito da Tripoli, la Pro andava a pressare sulla linea dei difensori della Spal ed entrava Santoni per Iemmello, per cercare di alimentare il gioco dalle fasce e poi Calvi per Fabiano. Alla mezzora era Marconi ad impegnare con un colpo di testa, centrale e debole Valentini.  Al 40’ quello che non ti aspetti, azione ben congegnata in velocità tra Malatesta e Espinal, con la difesa della Spal impreparata e Malatesta manda la palla a gonfiare la rete. E’ il gol vittoria, è il gol che proietta la Pro Vercelli al terzo posto in solitario, con vista play off.

28 novembre 2011

fontefoto tuttoprovercelli.com

Malatesta segna il gol vittoria

LUMEZZANE – PRO VERCELLI 0-1
LUMEZZANE (4-3-1-2): Brignoli, Diana, Pini (38' st Malagò), Sevieri, Luciani, Giosa, Faroni, Fondi (35' st Bradaschia), Gasparetto, Baraye (21' st Antonelli), Ferrari. All. Nicola.
PRO VERCELLI(4-4-2): Valentini, Pigoni, Armenise, Ranellucci, Rosso, Masi, Tripoli (17' st Disabato e al 22' Modolo), Espinal, Malatesta, Fabiano, Iemmello (28' st Germano). All. Braghin.
ARBITRO: Morreale di Roma
MARCATORE:  13' st Malatesta.
ESPULSI: 30' pt l'allenatore Braghin e 19’ st Pigoni per doppia ammonizione.
AMMONITI: Sevieri, Giosa, Espinal, Fondi, Pigoni, Ranellucci e Modolo. 
 
LUMEZZANE – Un primo tempo di studio dove la Pro Vercelli prova a saggiare le linee difensive del Lumezzane dapprima con Fabiano fermato inL'esultanza di Malatesta fuorigioco all’11’ su passaggio di Tripoli a cui il Lumezzane risponde con un pericoloso diagonale di Ferrari con la palla che finisce di poco a lato, poi al 21’ sempre con l’attivo Fabiano che impegna il portiere Brignoli, che si salva in angolo. La partita stenta a decollare e le iniziative pericolose sono sporadiche come quella che porta vicino al gol il Lumezzane al 29’ ma Ferrari ritarda la battuta e Ranellucci in ricupero può salvare la porta dei bianchi. Ancora il Lumezzane va vicino al gol con Seviero che centra l’incrocio dei pali con un tiro da lunga distanza dopo un disimpegno difensivo di Pigoni. Nel frattempo l’allenatore della Pro Braghin era stato allontanato dalla panchina dall’arbitro Morreale. Prima del riposo è Iemmello a provarci due volte, la prima volta al 45’ ma il suo destro lambisce la traversa, la seconda volta al 47’ ma il portiere Brignoli si salva di piede in calcio d’angolo. Si riprende con la Pro all’attacco. Le bianche casacche impensieriscono la difesa del Lumezzane al 6’ e Brignoli è chiamato ad una autentica prodezza per salvare la sua rete dal tiro di Espinal. La pressione della Pro si concretizza in calci d’angolo, battuti in rapida successione se ne contano quattro, ma al 13’ arriva il gol vittoria. Cross dalla sinistra di Espinal, stop e girata al volo di Malatesta, 1-0 per la Pro. La reazione del Lumezzane frutta una conclusione pericolosa di Gasparetto ma Valentini si salva di piede. Al 19’ nuova espulsione tra le fila della Pro, ne fa le spese Pigoni, che lascia così i suoi compagni in inferiorità numerica. Il Lumezzane cerca di approfittarne ma è ancora Valentini ad opporsi al 20’ ad una punizione di Diana. La pressione dei bresciani è costante, al 26’ Ferrari non aggancia in area davanti a Valentini un cross proveniente dalla destra e l’ultima occasione è sui piedi di Diana, all’ultimo minuto di ricupero, ma la punizione sfuma nel nulla.
20 novembre 2011

Fonte foto: tuttoprovercelli.com

A Vercelli i bianchi superano 2-0 il Viareggio grazie a Malatesta e Iemmello

PRO VERCELLI – VIAREGGIO 2-0

PRO VERCELLI: Valentini, Pigoni, Armenise, Ranellucci, Rosso, Masi, Tripoli (23' st Germano), Espinal (32' st Modolo), Malatesta, Fabiano, Iemmello (32' st Disabato). All. Braghin.
VIAREGGIO: Ranieri, Carnesalini, Licata, Pizza, Fiale, Brighenti, Lepri (1' st Maltese), Tarantino (26' st D'Onofrio), Scardina (20' st Palibrk), Cesarini, Cristiani. All. Bertolucci.
ARBITRO: Fanton di Lodi.
MARCATORI:  31' pt Malatesta, 25' st Iemmello (rigore).
AMMONITI: Brighenti, Iemmello, Ranieri, Armenise, Maltese.

Buona prova della Pro Vercelli di mister Braghin contro un Viareggio per nulla arrendevole. Malgrado una vigilia tribolata, a causa delle assenze tra le bianche casacche che hanno costretto il tecnico vercellese a rimandare fino all’ultimo la comunicazione della formazione e di conseguenza lo schema che sarebbe stato adottato in campo, la Pro aggiunge altri tre punti alla sua classifica che incomincia a diventare veramente interessante.
Il 4-4-2 di Braghin inizia subito a carburare ed i bianchi si rendono già pericolosi al 6’ con un bel colpo di testa di Espinal su cross proveniente dalla sinistra di Tripoli, che non sorprende però Ranieri. Bisogna però attendere il 29’ per ritrovare i bianchi nuovamente pericolosi, è Iemmello che va vicino al gol con un tiro cross dalla sinistra che lambisce il palo, dopo che il Viareggio si era fatto vivo al 23’ con un potente tiro di Tarantino, ben bloccato da Valentini.
Il gol è rimandato comunque di poco, la Pro conquista una punizione che viene battuta da Tripoli, si inserisce Malatesta che gira di testa alle spalle di Ranieri. La reazione del Viareggio porta a due conclusioni a rete, la prima al 36’ di Lepri e la seconda al 37’ di Carnesalini, ad entrambe si oppone in maniera sicura Valentini. Prima dell’intervallo la Pro avrebbe la possibilità di chiudere la gara ma la punizione al 40’ di Fabiano si perde di poco sul fondo e poi al 42’ prima Iemmello poi Armenise non riescono a sfruttare l’occasione favorevole permettendo al portiere dei toscani di salvare la propria porta dalla capitolazione definitiva ed infine al 44’ il sinistro al volo da fuori area ancora di Fabiano termina a lato di poco.
Nella seconda frazione di gara il Viareggio cerca subito di riequilibrare la partita ma la conclusione di Maltese al 2’ non impensierisce Valentini. Si rifà viva la Pro al 16’ con Iemmello che di testa spedisce a lato di poco e al 25’ con Germano che viene atterrato in area dal portiere Ranieri. Rigore netto assegnato dall’arbitro  Fanton e realizzato da Iemmello con un potente tiro centrale al 26’. Viareggio ancora pericoloso sul finire della gara con Pizza al 29’, ma il suo colpo di testa finisce a lato e al 36’, ma Valentini è bravo a fermare la pericolosa palla gol. Nei minuti di ricupero ancora Valentini ferma una punizione dei viareggini calciata al 49’ da Palibrk subentrato a Scardina.
I bianchi possono così festeggiare tra le mura amiche una meritata e netta vittoria, mentre il Viareggio precipita sempre più sul fondo della classifica.

13 novembre 2011

Risultati: Benevento-Avellino  2-2 ; Como-Carpi  1-0; Foggia-Taranto  0-1;Foligno-Tritium  0-1; Monza-Ternana  0-2; Pro Vercelli-Viareggio  2-0; Reggiana-Spal  3-0; Sorrento-Lumezzane  1-2; Pisa-Pavia  posticipo tv domani ore 20:45.
Classifica: Ternana 27; Taranto (-1) 25; Tritium e Lumezzane 21; Sorrento (-2) e Pro Vercelli 20; Carpi e Como  (-1) 19; Pisa (-1) 16; Avellino 15; Reggiana (-2) 13; Foggia (-1) e Monza 11; Benevento(-6) e  Spal (-2) 10; Pavia (-1) 8; Viareggio (-1) 5; Foligno (-4) 0

Buona prova degli uomini di Braghin che passano il turno di Coppa

PRO PATRIA – PRO VERCELLI 0-3

AURORA PRO PATRIA: Vavassori, Calandra, Gambaretti, Baldan, Botturi, Rudi (10' st Spanò), Siano, Vignali (29' st Artaria), Dalla Costa, Gjoni, Comi (25' st Chiodini). All. Cusatis.
PRO VERCELLI:  Miranda, Pigoni, Armenise, Modolo (24' st Rosso), Disabato, Masi (17' st Russo), Nocciola, Germano (31' st Espinal), Tonani, Tripoli, Santoni. All. Braghin.
ARBITRO: Ferrari di Mestre.
MARCATORI: 12’ pt Tonani, 22’ pt Tripoli, 24’ pt Germano.

BUSTO A. – Con un secco 3-0 la Pro Vercelli liquida la pratica Pro Patria ed avanza nella Coppa Italia di Lega Pro. I bianchi prendono subito ilMaurizio Braghin tecnico della Pro sopravvento ed impostano la gara a loro piacimento e al 12’passano in vantaggio con un bel destro a giro di Tonani. Verso il ventesimo la gara prende decisamente una piega favorevole per i bianchi di mister Braghin, infatti al 22’ la Pro raddoppia con una bella volée di Tripoli e al 24’ Germano mette al sicuro il risultato portando a tre le marcature dopo una bella azione personale. Alla ripresa del gioco la gara si incattivisce un po’ e al 10’ Calandra compie un brutto fallo su Santoni, ma la Pro Vercelli gestisce il largo vantaggio con sufficiente autorità, rischiando anzi di portare a quattro le marcature con Modolo. Miranda, l’estremo difensore brasiliano di scuola Fiorentina, che oggi ha fatto il suo esordio tra le file dei bianchi, nega poi al 37’ la gioia del gol a Gjoni, fermando il suo potente tiro.

9 novembre 2011

Torna alla vittoria la Pro Vercelli sul campo lombardo dopo essere passata in svantaggio nel primo tempo extra large

PAVIA – PROVERCELLI 1-2

PAVIA: Facchin, Gheller (30' st Puccio), Meregalli, Capogrosso, Caidi, Fissore, Falco (27' st Romeo), Carotti, Rodriguez, Meza Colli, Marchi (16' st Dall'Oglio). All. Pergolizzi.
PRO VERCELLI: Valentini, Cancellotti (8' pt Armenise), Murante (1' st Espinal), Ranellucci, Rosso, Masi, Disabato (47' pt Tripoli), Marconi, Malatesta, Fabiano, Iemmello.  All: Braghin.
ARBITRO: D’Angelo di Ascoli Piceno.
MARCATORI: 15' pt Marchi, 11' st Fabiano, 33' st Masi.
AMMONITI: Caidi, Masi, Gheller, Ranellucci.

Dopo le polemiche nate in settimana su un possibile futuro spostamento delle partite interne della Pro Vercelli al Piola di Novara, Vinicio Espinali bianchi vercellesi ripartono subito in campionato dopo la sconfitta interna patita la settimana scorsa contro il Foligno, proprio come chiesto dal direttore sportivo Romairone.
Contro il Pavia del nuovo tecnico Pergolizzi già al primo minuto sotto la battente pioggia i bianchi potrebbero passare in vantaggio grazie al portiere di casa Facchin che calcola male un rinvio lungo di Masi, facendosi scavalcare dal pallone e riuscendo a recuperarlo solo sulla linea. Al 5’ ci prova Iemmello su punizione, ma la sfera termina alta sulla traversa, mentre un minuto dopo nuovo infortunio in casa Pro, con Cancellotti che deve abbandonare il campo in favore di Armenise per un infortunio parso da subito grave alla gamba. Al 15’ a sorpresa è il Pavia a passare grazie a Marchi bravo a superare Valentini con un bel colpo di testa. Due minuti dopo la partita viene sospesa per permettere i soccorsi ad un tifoso del Pavia cadutop dalla balaustra e subito trasportato in ospedale, dopo nove minuti l’arbitro decide che si può riprendere. Al 27’ ci prova Fabiano, ma il suo tiro è parato facilmente da Facchin, al 29’ Capogrosso costringe Valentini ad un miracolosa respinta sul suo tiro da fuori. Al 47’ Braghin cambia ancora inserendo Tripoli per Disabato e proprio Tripoli un minuto più tardi avrebbe lì’occasione di segnare il pareggio, ma non riesce a tramutare in rete il perfetto assist di Iemmello. Al 52’ punizione di poco a lato di Fabiano che chiude il primo tempo. Nella ripresa Murante non fa il suo rientro in campo, al suo posto Espinal e il domenicano cambia la partita della Pro Vercelli. Prima al 4’ Fabiano va vicino alla rete con un tiro da fuori, poi allì11’ ecco la rete del pareggio con Espinal bravissimo a servire in area Fabiano che con un tocco ravvicinato segna l’1-1. Al 19’ Facchin pareggia il conto dei miracoli con Valentini, salvando la propria porta su un colpo di testa di Maltesta, ma al 33’ arriva il gol vittoria dei bianchi. Punizione di Fabiano e incornata vincente del difensore Masi per il 2-1. Nonostante i tentativi disperati del Pavia di arrivare al pareggio su un campo diventato ben presto una piscina la Pro torna alla vittoria e riparte in classifica. Mercoledì turno di Coppa Italia.

Risultati 11° giornata: Avellino - Reggiana 2-0; Carpi – Foggia 3-2; Foligno - Pisa 0-2; Lumezzane -  Monza 0-0; Pavia - Pro Vercelli 1-2; Spal - Ternana 0-0; Taranto - Como 3-1; Tritium - Benevento 2-1; Viareggio - Sorrento 2-2 
Classifica: Ternana 24; Taranto (-1) 22; Sorrento (-2)  20; Carpi 19; Tritium e Lumezzane  18; Pro Vercelli 17;   Pisa e Como (-1) 16; Avellino 14; Foggia (-1) e Monza Brianza 11; Reggiana (-2) e Spal (-2)  10;Benevento (-6)  9; Pavia  8; Viareggio (-1) 5; Foligno (-4) 0.

6 novembre 2011


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it