Pareggio a reti inviolate contro il Brescia, ma sono i piemontesi ad andare vicini al gol

Anselmo Mazzateo

La Pro Vercelli cancella lo zero in classifica ritornando dal Rigamonti di Brescia con il classico risultato ad occhiali: 0-0. Il Brescia parte subito fortissimo con altun tiro di Ferrante al 2’ e al 10’, ma è la Pro a centrare il palo all’ 11’ con Firenze su cross di Germano. Successivamente è Morra a rendersi pericoloso in un paio di occasioni. Pro vicinissima al gol al 46’ cross di Mammarella, inserimento di Germano, che batte a rete ma Minelli si fa trovare pronto in uscita e respinge il pallone. Nella ripresa è ancora la Pro a sfiorare il gol al 37’ con Morra, che però manca il pallone al momento della conclusione.
BRESCIA – PRO VERCELLI 0-0
BRESCIA (3-5-2): Minelli; Meccariello, Gastaldello, Somma; Cancellotti (29’ st Rivas), Martinelli (15’ st Bisoli), Ndoj, Machin, Furlan; Rinaldi (8’ st Caracciolo), Ferrante. A disp. Pelagotti, Bandini, Lancini, Dall’Oglio. All. Boscaglia.
PRO VERCELLI (4-3-2-1): Marcone; Ghiglione, Legati, Bergamelli, Mammarella; Germano (26’ st Rocca), Vives (32’ st Pugliese), Castiglia; Firenze, Rovini (15’ st Vajushi); Morra. A disp. Nobile, Berra, Raicevic, Konate, Bifulco, Barlocco, Gilardi, Polidori, Bruno. All. Grassadonia.
ARBITRO: Di Martino di Teramo
AMMONITI: Germano, Vives, Marcone
16 settembre 2017

 

 

Vince il Frosinone 2-1, i ciociari disputeranno i play off, mentre la squadra di Longo festeggia la permanenza nella serie cadetta

Anselmo Mazzateo

In uno stadio tutto esaurito, non è sufficiente alla squadra di Marino la vittoria 2-1 sulla Pro Vercelli per accedere direttamente alla massima divisione, i ciociari dovranno infatti disputare i play off per andare in serie A. Il Frosinone parte a testa bassa e al 13’ passa in vantaggio con Daniele Ciofani, la punizione dalla destra altè di Soddimo e Ciofani, sul secondo palo, insacca di testa alle spalle di Gilardi. Al 29’ il raddoppio, cross di Daniele Ciofani dalla sinistra e Legati di testa batte il proprio portiere, con un incredibile autogol. Nella ripresa la Pro riapre la gara al 13’, cross dalla sinistra e tocco sotto misura di La Mantia per il 2-1. Risultato con cui si chiude la partita anche perché il gol segnato al 24’ da Matteo Ciofani viene annullato per fuorigioco.
FROSINONE - PRO VERCELLI 2-1
FROSINONE (3-5-2): Bardi; Terranova, M. Ciofani (dal 69′ Mokulu), Krajnc; Paganini (dall’87’ Fiamozzi), Frara, Maiello, Soddimo (dal 78′ Sammarco), Crivello; Dionisi, D. Ciofani. A disp.: Zappino, Russo, Ariaudo, Volpe, Sammarco, Pryima, Mamic. All. Marino.
PRO VERCELLI (3-5-2): Gilardi; Konate, Legati, Luperto; Berra, Castellano (dal 79′ Osei), Castiglia, Altobelli, Eguelfi (dal 62′ Negro); Starita (dal 57′ Vajushi), La Mantia. A disp.: Provedel, Germano, Bianchi, Baldini, Comi, Mammarella. All. Longo.
ARBITRO: Manganiello di Pinerolo
MARCATORI: 13′ D. Ciofani, 29′ pt Legati (aut.), 13’ st La Mantia
AMMONITI: Castellano
18 maggio 201

 

Terza salvezza consecutiva grazie al pareggio 2-2 contro il Brescia

Anselmo Mazzateo

La Pro Vercelli conquista la matematica salvezza pareggiando contro il Brescia 2-2. Ad andare in vantaggio sono però le Rondinelle al 13′ del primo tempo con un altsinistro di Coly che sfrutta un rimpallo e insacca alle spalle di Provedel, toccando prima il palo. La Pro ci prova al 16’ ma il tiro di Altobelli a botta sicura è ribattuto da Blanchard. Il pareggio arriva comunque al 25’ su calcio d’angolo battuto da Mammarella,  Bianchi sul primo palo, anticipa tutti e insacca di testa, ma il gol viene catalogato come autorete di Blanchard. Nella ripresa al 19’ la Pro si riporta in vantaggio su punizione di Mammarella., ma Caracciolo regala ai suoi l’importantissimo pareggio su un errore di Provedel e insaccando da due passi il cross di Martinelli
PRO VERCELLI-BRESCIA 2-2
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Konatè, Legati, Luperto; Nardini (16’st Berra), Germano, Vives, Altobelli, Mammarella (28’st Palazzi); Morra (39’st La Mantia), Bianchi. A disp.: Gilardi, Negro, Eguelfi, Castiglia, Comi, Aramu. All. Longo.
BRESCIA (3-5-2): Arcari; Calabresi (29′ st Crociata), Romagna, Blanchard; Untersee (17’st Camara), Bisoli, Pinzi, Martinelli, Coly; Ferrante (31’st Caracciolo), Torregrossa. A disp.: Festa, Dall’Oglio, Lancini, Prce, Ndoj, Sbrissa. All. Cagni.
ARBITRO: Aureliano di Bergamo
MARCATORI: 13′ pt Coly, 25′ pt Blanchard (aut), 19’ st Mammarella, 37’ st Caracciolo
AMMONITI: Nardini, Mammarella, Torregrossa, Ferrante, Martinelli
13 maggio 2013

 

Festa rinviata per la capolista che si vede annullare un gol al 45’ della ripresa per fuorigioco millimetrico

Antonello Vischeri

La squadra di Moreno Longo rovina la festa alla Spal, la partita termina 0-0 ed i ferraresi dovranno ancora aspettare per salutare il ritorno in serie A dopo 49 anni.  La Pro Vercelli si presenta allo stadio Paolo Mazza con alcune assenze importanti, Bani, Emmanuello e Palazzi, mentre la Spal è al completo, con i rientri di altSchiattarella e Floccari. Come da copione sono i padroni di casa a fare la gara con Floccari pericoloso in due occasioni al 15’ e al 18’, poi al 21’ è Vives a negare il gol a Mora che su cross dalla destra di Lazzari, di testa aveva mandato la palla verso il secondo palo, ma l’ex Torino ad un passo dal palo riesce a respingere. Al 28’ è la Pro a sfiorare il gol, gran giocata di Germano che aggancia al volo e serve Morra, ma il suo tiro è respinto da Meret, poi la difesa libera. Gli ultimi quindici minuti sono scoppiettanti, al 32’ Castiglia riesce a fermare Larini lanciato a rete, poi due minuti dopo azione in contropiede della squadra di Longo, con Castiglia serve Germano, palla a La Mantia che di testa cerca l’accorrente Altobelli che colpisce, ma è bravissimo Meret a recuperare il pallone. Finale con la Spal che aumenta la pressione e sfiora il gol al 40’ con Floccari, che però non inquadra il bersaglio a pochi passi dalla porta di Provedel. Stesso copione nella prima parte della ripresa, ma fino alla mezz'ora i due portieri non corrono pericoli. Nel finale la Spal aumenta il forcing al 34' cross di Morra per la testa di Cremonesi che però non inquadra la porta per poco, al 37’ Antenucci con un destro a giro colpisce il palo interno della porta di Provedel. Proprio allo scadere la Spal, trova il gol, ma la prodezza aerea di Cremonesi, viene vanificata, dalla millimetrica posizione irregolare del giocatore della Spal.
SPAL – PRO VERCELLI 0-0
SPAL (3-5-2): Meret; Bonifazi, Vicari, Cremonesi; Lazzari (43’ st Finotto), Schiattarella (29’ st Schiavon), Arini, Mora, Costa; Antenucci, Floccari (34’ st Zigoni). A disp.: Marchegiani, Gasparetto, Silvestri, Giani, Castagnetti, Del Grosso All. Semplici.
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Berra, Vives (25’ st Luperto), Konate; Nardini, Germano, Castiglia, Altobelli, Eguelfi; Morra, La Mantia (31’ st Bianchi). A disp.: Zaccagno, Legati, Starita, Castellano, Osei, Aramu, Mammarella. All. Longo.
ARBITRO: Di Martino di Teramo
AMMONITI: Altobelli, Schiattarella, Eguelfi, Arini, Bianchi, Provedel
7 maggio 2017

 

Sconfitta casalinga per 1-0 ad opera del Perugia ridotto in inferiorità numerica. A segno nel primo tempo Donati, espulso ad inizio ripresa Dezi

Anselmo Mazzateo

La Pro Vercelli cede i tre punti ad un Perugia, lanciatissimo ora in zona play off, ridotto in dieci uomini per tutto il secondo tempo. Per la Pro si interrompe la striscia positiva di 12 risultati utili e ritorna la preoccupazione per la classifica nuovamente a rischio, la zona retrocessione è nuovamente lì ad un passo. Il primo tempo non offre grosse emozioni fino alla mezz’ora, il primo squillo degli umbri giunge al 37’, il colpo di testa di Forte da distanza ravvicinata è parato d’istinto da Provedel. altAncora Forte, questa volta dalla distanza cerca la rete senza successo: il gol comunque arriva dopo poco, al 39’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Di Chiara, Mustacchio prolunga e Mancini insacca alle spalle di Provedel con una deviazione con il fianco. Nella ripresa Longo inserisce il giovane Morra e passa ad un assetto più offensivo, il 4-3-3 e al 4’ gli ospiti rimangono in inferiorità numerica per una brutta entrata di Dezi su Aramu e l’arbitro estrae il cartellino rosso. La Pro insiste alla ricerca del pareggio, al 13’ spizzata di Morra in area e conclusione da due passi di Comi, ma Brignoli si oppone con il corpo ed impedisce il pareggio. Una punizione di Aramu finisce tra le braccia del portiere, poi al 38′ un bel cross dalla sinistra di Eguelfi, ma è provvidenziale la deviazione con la mano aperta di Brignoli che toglie il pallone del pareggio a Comi, poi al 40′ Aramu batte una punizione e sugli sviluppi Dossena si oppone con il corpo alla conclusione di Berra ed infine al 45’ la grande occasione di Aramu, su assist di Legati,  che di destro manda la palla a lambire il palo alla destra di Brignoli. Al secondo minuto di recupero l’ultima occasione per acciuffare il pareggio, ma il tiro di Morra sfiora il palo.
PRO VERCELLI – PERUGIA 0-1
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Legati, Bani (1’st Morra), Konate; Berra, Germano (33’st La Mantia), Vives, Emmanuello (23’pt Altobelli), Eguelfi; Aramu, Comi. A disp.: Zaccagno, Nardini, Starita, Castiglia, Luperto, Osei. All. Longo.
PERUGIA (4-3-3): Brignoli; Del Prete, Mancini, Belmonte (24’st Dossena), Di Chiara; Brighi, Gnahoré, Dezi; Mustacchio, Forte (50’st Terrani) Guberti (7’st Acampora). A disp.: Elezaj, Ricci, Terrani, Di Nolfo. All. Bucchi.
ARBITRO: Mainardi di Bergamo
MARCATORE: 39′ pt Mancini
AMMONITI: Brighi, Di Chiara, Vives, Gnahorè, Del Prete
ESPULSI: 4’ st Dezi
29 aprile 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it